Skip to content

Nuovi resoconti dalle Terre Tormentate

6 aprile 2012

I miei giocatori, ingordi di punti esperienza (sono ancora al primo livello e come forse avrete letto, hanno già perso un compagno), hanno scritto di nuovo le note dei loro personaggi, che ricevo e pubblico:

Estratto dal libro CRONACHE DI UN AVVENTURIERO di Dargan da Returìl:

… Al di là del ponte un luccichio fa brillare gli occhi diamantati di una statua mostruosa: una grossa creatura simile ad un minotauro con tre corna e le braccia conserte sta di fronte a noi in piedi su un pilastro di pietra. Un pò di paura da parte mia e dei miei compagni nell’avvicinarsi a tale imponente scultura, ma nonostante ciò ci avviciniamo e ne scopriamo una botola sul retro del sostegno. Con un pò di precauzioni riesco ad aprire il tappo e scopro per gioia dei miei compagni e mia un bel gruzzolo di monete d’oro! svuotiamo la cassaforte e la richiudiamo facendo finta di nulla, un bigliettino ironico con tanto di ringraziamento lasciato al posto del bottino poteva essere simpatica cosa! A seguire la spartizione dei soldi la mia voglia di prendere pure quelle gemme degli occhi è tanta e, con l’aiuto del nuovo arrivato Calistasio, mi arrampico sull’enorme statua e con la punta di un pugnale riesco ad estrarre quelle due splendide e luccicanti pupille! …

con tanto di immagine (come avrà fatto a trovarla uguale, con tre corna!?!?):

A seguire, una nuova missiva del mago Derrimaldeo il Pescatore, noto anche come il Verrucoso, che racconta tra l’altro le visioni avute tra il momento in cui i suoi punti ferita sono scesi sotto zero e il momento in cui ha superato il Tiro Salvezza per non lasciarci le penne (ma ha comunque perso un punti di Int!):

Terzo dì della Quarta Luna, Anno del Drago 997

Mia cara Regalara,

non ho avuto più tue notizie dalla mia ultima missiva e spero tu stia bene.

Io sto bene, solita routine quotidiana. L’apprendistato con il sommo maestro Batuseo prosegue bene ed ogni giorno imparo una cosa nuova. Tra una lezione e l’altra io e i miei nuovi amici siamo tornati alle rovine di quella che un tempo fu la biblioteca di Orosio; c’erano altri oggetti interessanti che nella precedente e non troppo fortunata spedizione non abbiamo potuto prendere. Al secondo tentativo abbiamo esplorato un’altra sezione dei sotterranei e proseguendo in quella che sembrava la direzione EST abbiamo trovato un secondo ponticello e dalla parte opposta una statua dalle sembianze grottesche e minacciose. Convinto che la statua contenesse una trappola pericolosa mi sono allontanato mentre i miei coraggiosi ed avidi compagni l’hanno studiata e depredata di alcune ricchezze in essa contenute. Da questo punto i miei ricordi si fanno più vaghi e indefiniti: ricordo di esser sceso in una grande sala e ho impressa nella mente l’immagine di alcuni grossi rettili che camminavano sull’alto soffitto. Ricordo poi di essermi trovato improvvisamente in un altro posto, con una sensazione di pace e benessere e il tuo viso sereno vicino a me. Ero di nuovo con te, nella nostra casa, più bella e più ampia di come la ricordavo e poi ero sulla mia barca che recupero le reti ricolme di pesci… e ero felice perché sentivo di non desiderare altro dalla vita… ma, lentamente il pesce appena pescato si corrompe e si squarcia, ed escono fiotti di sangue ovunque, e poi terrore e infine sento il collo pulsare di dolore mentre apro gli occhi e mi ritrovo sdraiato sul pavimento di quella caverna umida. Avevo i miei compagni intorno e vidi che il nuovo ragazzo Calistasio era in condizioni ben più gravi delle mie. Per quanto mi riguarda avevo solo un graffio sul collo, un piccolo morso, niente di che! E un gran mal di testa dovuto allo svenimento. I nostri amici, feriti ma in condizioni migliori delle nostre, ci hanno quindi aiutati a camminare e insieme abbiamo raggiunto l’uscita per tornare a Retoril. Non so cosa sia accaduto di preciso là dentro; i miei compagni dicono che siamo stati attaccati da alcuni lucertoloni mostruosi, un paio sono stati uccisi e gli altri sono fuggiti. Io sto comunque bene, mi sono ristabilito già in un paio di giorni. Sono indistruttibile! E poi ormai questi infortuni fanno parte del mio lavoro e devi stare tranquilla poiché sono solo sciocchezze!

Dopo poco siamo ritornati nuovamente nelle rovine per raccogliere gli ultimi tesori rimasti e stavolta abbiamo incontrato due nani avventurieri all’imboccatura dei sotterranei. Sulle prime non erano molto contenti di trovarci lì ma abbiamo parlamentato e quindi trovato un accordo. Siamo rientrati tutti insieme. I nani in testa pullulavano di avidità e senza sentir ragione si sono messi a distruggere con l’ascia le porte che ancora erano chiuse facendo un gran baccano. Nella prima porta da loro sfondata uno di loro ha trovato la morte. Quanto sono sciocchi e avventati! L’altro nano era rammaricato per il suo amico ma non appena una vaga profumazione di oro ha raggiunto le pendici del suo naso, sembrava aver dimenticato ben presto il suo compagno. Il nano rimasto ci ha quindi guidato a spron battuto in una stanza che ancora non avevamo visitato e trovando un piccolo baule l’ha aperto e diviso con noi il suo contenuto. Infine siamo usciti da questo luogo maledetto e una volta fuori abbiamo tumulato il nano caduto. Runni era il suo nome e che il suo cuore avido possa trovare la pace in un sala piena di monete e diamanti.

Ben presto ti farò pervenire parte delle ricchezze da me ritrovate. Devo solo trovare un modo sicuro per spedirti il denaro.

Termino qui il mio racconto, nella speranza che questa lettera arrivi presto tra le tue mani. Spero di non aver dimenticato niente ma dal giorno dell’incidente con i lucertoloni ogni tanto tendo ad avere dei vuoti di memoria. Spero passi tutto in fretta.

con affetto,

tuo Derrimaldeo.

Nessun resoconto da parte del barbaro Hedstrom né del nuovo arrivato Calistasio.

Da parte mia aggiungo un paio di considerazioni, sulle regole che uso e su d&d classico in generale.

Il Tiro Salvezza per evitare la morte quando un personaggio arriva a zero o meno punti ferita (descritto nelle House Rules) per il momento sembra funzionare egregiamente: aggiunge un tiro di grande pathos, mantiene il giocatore in tensione fino alla fine del combattimento; il giocatore, anche se ha finito i punti ferita, sa di avere ancora una possibilità e sa che sta per giocarsi il tutto per tutto con un solo tiro; nel caso in cui il tiro riesce (come è successo a entrambi i giocatori nell’ultima sessione) il giocatore può essere contento perché non perde il personaggio e in più riceve anche dei punti esperienza (d6x50xLivello) ma al contempo il personaggio perde un punto in una caratteristica a caso, e siccome di caratteristiche ne uso solo quattro, è facile che si deteriori proprio quella fondamentale per la propria classe e quindi immagino che anche il personaggio più fortunato prima o poi deciderà di ritirarsi per via degli acciacchi…

A proposito delle lucertole giganti e dei nani incontrati dal gruppo durante questa seconda spedizione: in pieno spirito sandbox sono stati tirati dalle tabelle dei mostri erranti i primi e degli incontri casuali nelle terre selvagge i secondi. Ho determinato casualmente sia il tipo di creature che la quantità incontrata e anche il loro comportamento iniziale è stato determinato con un tiro di reazione. Dadi e tabelle hanno creato una serie di situazioni che hanno stimolato e sfidato non solo i giocatori, ma anche il master e personalmente ho trovato tutto questo molto più divertente, stimolante e coinvolgente di un incontro pre-programmato, per non parlare del fatto che invece di passare due ore a programmarlo ho solo dovuto aprire il manuale di Labyrinth Lord a pagina 105 e 106 e tirare un paio di dadi.

Per chi gioca con Marca dell’Est, ricordo che dal blog di Arioch potete scaricare un bel pdf con incontri (ed eventi) casuali proprio qui: non perdetevelo!

Gorond e il compianto Runni, avventurieri troppo poco cauti

One Comment leave one →
  1. Morgan permalink
    6 aprile 2012 18:00

    C’era un film di Sergio Leone e s’intitolava “Per un pugno di punti esperienza”…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: