Skip to content

Disponibili i D&D dalla O al 3

17 maggio 2013

Visto che ha già scritto tutto Mauro, a me resta solo da scegliere un disegno a caso da mettere qui sotto, per poi rimandarvi all’ultimo post di Caponata Meccanica!

“Hmmm… queste vecchie edizioni sono estremamente interessanti…”

9 commenti leave one →
  1. 17 maggio 2013 15:03

    Scrivi scrivi… tu quale consiglieresti di tutte quelle edizioni?

    • 17 maggio 2013 15:12

      Direi: a ciascuno il suo!
      Infondo, nella seguente semplicistica tabella:

      od&d=regole semplici e irrazionali
      ad&d (1 o 2)= regole articolate e irrazionali
      3.5=regole articolate e razionalizzate

      ognuno finisce col porre un “troppo” e un “troppo poco” da qualche parte, a seconda dei gusti.
      Come oggetto il cofanetto di od&d vince a mani basse, ed è anche il set di regole più antico tra quelli ristampati, per chi apprezza il “valore archeologico”.
      Comunque molti grognardoni più autorevoli di me tessono lodi sperticate del manuale del master di ad&d1.

  2. 17 maggio 2013 20:37

    personalmente ritengo imperdibile per chi non la conosce la DMG della 1a edizione😉

    • 18 maggio 2013 08:17

      E’ un’opinione molto diffusa. Per quali motivi?

      • 18 maggio 2013 09:51

        E’ un po’ il punto di riferimento per quanto riguarda lo stile di gioco alla Gygax. Non è il massimo dell’organizzazione, ma è completa di tutto quello che serve per una campagna, dalla creazione del mondo agli oggetti magici, ai mostri, alle abilità speciali delle classi e chi più ne ha più ne metta. Insomma, è una vera e propria GUIDA per il DM, ed è sicuramente la migliore fra quelle uscite per D&D, seguita a ruota dalla DMG della 4e (che ha uno stile completamente diverso, ma è un’altra ottima guida, e include pure un mini-setting)

  3. 17 maggio 2013 20:39

    ps: nonostante già li avessi in versione originale ho preso i 4 della 1st edition (PHB; DMG; MM e UA)

  4. 19 maggio 2013 13:11

    Io sceglierei…

    OD&D per la semplicità
    AD&D 1a ed. per il feeling
    D&D 3.5 per la coerenza e la versatilità

    Uhmmm… ma D&D next sarà fatto di questi ingredienti?

    • 19 maggio 2013 15:04

      Direi che hai colto i pregi di ognuna! E per quel che mi riguarda, li hai anche messi in ordine di priorità!
      La Next sarà di certo un sistema coerente, mi sembra il minimo. La versatilità è l’obiettivo dichiarato e sbandierato da mesi, con tutte le storie sulla modularità. E in conseguenza di quest’ultima, anche la semplicità dovrebbe essere disponibile come “opzione”, utilizzando il minimo dei moduli accessori. Quanto a feeling, tocca vedere. Chissà, quello dipende davvero da tante cose.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: